On sale

SGS - Gabriele Saro & Sandro Gallina

5.00

  • Image of SGS - Gabriele Saro & Sandro Gallina

S G S, ovvero Sandro Gallina e Gabriele Saro, sono un fiume limpido che fluisce risolutamente in nuove e nuove molteplici manifestazioni di sentimenti, di pensieri. La loro è una saporosa convergenza di mondi musicali che si ascoltano e dialogano rispettosamente. Nell’omonimo album, abbordando argomenti che racchiudono le grandi vibrazioni del nostro mondo ed un Inno che “cammina” con solennità ed elevatezza di stile, hanno “imprigionato” immagini aurorali di alto spessore emotivo.

La voce del M° Sandro Gallina addobba le composizioni di panneggi pienamente riusciti: “procede” con accuratezza fra movimenti ariosi, tenui ricami “vintage” e melodie vocali allaccianti.

Il sopreccellente arrangiamento del M° Gabriele Saro abbiglia con leggiadria Per Non Dimenticare ed Ora Sono Con Te; mi si conceda di crogiolarmi almeno a due delicature: nelle note ogniqualvolta fanno a rimbalzello con gentilezza e fioritezza maestrevoli; nella sapiente capacità architettonica della batteria, usata come un delicato, sensibile staccio attraverso il quale passare e vagliare, di attimo in attimo, tutti i colori delle due esecuzioni. Il trafèro argomento di Per Non Dimenticare [la tragedia del Vajont: strage che si poteva evitare] è affidato ad un testo intuitivo, fruitivo e spianante, cosicché, per “vedere” e doverosamente custodire nello scrigno della memoria, non abbiamo bisogno di alzare in alto la testa. Magnificente il “passaggio” descrittivo-emozionale affidato alla chitarra.

Per il secondo brano, un “complice” entra a far parte del loro alato rapporto collaborativo: viene chiamato ad agghindare con le parole questa… “melodia vagabonda” le cui note fruscianti sono incessantemente pronte ad irrobustirsi per dilargare il senso del tempo. Ora Sono Con Te… una donna ed un uomo cantano la poesia della vita: amano il mondo, hanno fede in esso, e sono incapaci di considerarlo un’insidia od un inganno. Accordo dopo accordo, parola dopo parola, Ora Sono Con Te è una sfida vinta grazie all’estrema lucidità di visione e ad antichi ma sempre nuovi vertici d’intensità: amore è totalità.

Une Lûs… il ricordo del papà… membranza in lingua friulana. Il figlio [il M° Sandro] si esprime in modo conciso: il testo è “ritornante” ed inconsumato, la coniugazione verbale ancìpite. Invero pare che l’autore riesca ad accompagnarci solo fino alla porta del suo luogo sacro interiore e, da lì, prima di prendere congedo, desideri renderci manifesto il vòlito del suo cuore. È così? Se sì, allora dovrà la tenerità del nostro sguardo sulla prima luce del giorno, come guardassimo con compiacenza e desiderio attraverso gli interstizi del quieto parapetto di una terrazza animante, proclamare: «È la morte che esce sconfitta dalla vita!». L’arrangiamento del M° Gabriele è caleidoscopico, melodioso ma non “leggero”: la “materia” sonora, infatti, è densa e ricca di riverberi semantici. Sono difficili da decifrare, all’interno di questo orizzonte espressivo suttìle, i circa ottanta secondi di percussioni severe: arrangiamento dinamico, e desideroso di trascegliere immagini, che ha deciso di “altercare” felicemente con la raucedine più fascinosa dell’universo rock? I “rumori creativi” ed il coro, voci familiari profumate di azzurreggiante albore, che continuano a mulinare con grazia intorno al cuore di Sandro, avvincono per quella vulnerabile delicatezza che giunge a “scrivere” quello che davvero vuole dire.

Inno del Palio dei Borghi di Fagagna. Gabriele e Sandro hanno creato una composizione musicale profondamente inserita nel solco del palpitante mirrare ed acutamente cosciente del nostro tempo: sfavilla la purezza di intenzioni cui viene naturale accostarsi con familiare tenerezza. Anche in questo brano, “il complice” [l’autore delle parole di Ora Sono Con Te] si è adoperato per la colmatura del musico “orciòlo” gaetto e robusto, anzitempo realizzato. Il M° Gabriele Saro ha messo a disposizione qualche frammento dei suoi appunti riguardanti il colloquio avuto con l’autore del testo che ha dichiarato: «Raccogliendo il saluto dell’albeggiante musica di Gabriele e Sandro, sono entrato nella dimora di tutte quelle creature… mi sono prontamente tolto i calzari dell’invadenza, della banalità, della superficialità, della retorica, delle melensaggini… perché Fagagna è il territorio sacro dell’amore… e nel territorio sacro dell’amore si deve camminare in punta di piedi».

Image of Gabriele Saro - Sensations
On sale
Gabriele Saro - Sensations
10.00
Image of Gabriele Saro - Sunsets part 1
On sale
Gabriele Saro - Sunsets part 1
10.00
Image of Gabriele Saro - Sunsets part 2
On sale
Gabriele Saro - Sunsets part 2
10.00
Image of Gabriele Saro - Passion
On sale
Gabriele Saro - Passion
10.00
Related products